Fai da te

LA PULIZIA DELLE SUPERFICI ESTERNE

L’estate è alle porte ed è il momento di goderti la tua personale oasi di verde. Prima di iniziare a rilassarti all’aria aperta, però, è inevitabile rimboccarsi le maniche e dedicarsi ad una accurata pulizia delle superfici esterne. Se non sai da dove cominciare, ecco alcuni consigli che ti aiuteranno nello svolgimento di tali operazioni.

PULIZIA DELLE SUPERFICI PAVIMENTATE

Partiamo da un elemento che non può mancare: la pavimentazione.

La pulizia dei pavimenti esterni richiede un’attenzione particolare che tenga conto dei materiali con cui sono realizzati al fine di raggiungere il miglior risultato possibile senza rischiare di rovinare le superfici.

Se per i tuoi spazi esterni hai scelto di utilizzare un pavimento in cotto, sai già che viene classificato fra i materiali più delicati in edilizia e che è necessario conoscerne a fondo le tecniche di pulizia. La prima operazione da fare è eliminare la polvere strofinando energicamente con uno spazzolone immerso in acqua, aceto e sapone neutro. Senz’altro avrai assistito alla comparsa di aloni neri sulle mattonelle; sono causate da sostanze liquide ed oleose non rimosse tempestivamente dalle superfici. La macchie nere sul cotto possono essere generate anche dal processo di ossidazione dovuto all’assenza di trattamenti adeguati. Per eliminarle non devi ricorrere a rimedi troppo aggressivi, come i trattamenti a base di acido, ma utilizza un prodotto antimacchia con base alcalina. Subito dopo, risciacqua bene così da eliminare qualsiasi residuo di prodotto dal cotto.

Se hai un pavimento in gres, la pulizia ti dà sicuramente filo da torcere perché si sporca facilmente. Se vedi una macchia non allarmarti, scegli un detersivo specifico per gres, aggiungi dell’acqua e strofina energicamente. Per macchie più ostinate aggiungi del bicarbonato di sodio o, in alternativa, del sapone di Marsiglia. Ricorda che se non utilizzi prodotti specifici per il gres, resteranno degli aloni e ti sembrerà di non aver pulito.

Se, invece, hai un pavimento in ardesia, proprio per il caratteristico colore scuro puoi stare tranquillo. Si tratta di un materiale che si macchia difficilmente e pulirlo è semplice, basta passare un panno umido sulla superficie per eliminare residui di sporco o polvere. Di tanto in tanto procedi, però, con una pulizia più approfondita. A tal fine, procurarti prodotti adatti alla pietra o, in alternativa, ricorri a detergenti delicati, come il sapone di Marsiglia.

Se hai scelto un pavimento in cemento, tieni conto che la difficoltà principale deriva dalla sua porosità che rende molto facile l’assorbimento di qualsiasi sostanza con cui entra in contatto. Per una corretta pulizia utilizza detersivi a pH neutro, creati appositamente per la manutenzione di queste superfici, diluiti in acqua tiepida e non versati direttamente sulla superficie. Se utilizzi il prodotto in modo mirato per rimuovere aloni o macchie più ostinate, lo puoi versare direttamente sul punto interessato e intervenire con movimenti circolari,  aiutandoti con una spugna morbida. Per eliminare macchie di cibo e bevande, ti conviene strofinare la zona interessata con acqua calda e sapone. Ti consigliamo anche di utilizzare uno o due cucchiai di sapone per piatti diluito nell’acqua. Per le macchie d’olio, inumidisci la zona sporca con dell’acqua e copri la macchia sempre con il sapone per i piatti; successivamente, bagna una spazzola e strofina energicamente la parte interessata fino a quando non crea schiuma. Asciuga la schiuma con un panno e risciacqua. Infine, per rimuovere le macchie di pneumatici, spruzza dell’acqua nell’area sporca e applica uno sgrassatore. Lascia agire per alcune ore, strofina con un pennello e risciacqua.

Per concludere, se la tua scelta è ricaduta su di un pavimento in pietra naturale e ciottoli, allora ti conviene spazzare spesso con una scopa dura per evitare che la superficie si rovini con i residui di sporco. Acqua con un po’ di sapone unito al bicarbonato è senza dubbio la soluzione migliore per questa pavimentazione che tornerà subito a brillare.

LO STRUMENTO MAGICO

Se sei un perfezionista e desideri avere i tuoi spazi esterni sempre freschi e puliti, l’idropulitrice è quello che fa per te. Si collega a qualsiasi rete idrica, permettendoti di utilizzare un getto d’acqua ad alta pressione e di direzionarlo a tuo piacimento. Utilizzare l’idropulitrice significa lavorare meno, risparmiare acqua e, soprattutto, risparmiare tempo.

PULIZIA DELLE TENDE DA SOLE

Se possiedi una terrazza o un portico, con grande probabilità avrai anche delle tende da sole. Pulirle è semplice, ma anche in questo caso, la manutenzione dipende dal materiale con cui sono realizzate. Se hai delle tende in tessuto di piccole dimensioni e facilmente smontabili, allora puoi tranquillamente lavarle in lavatrice. Se, invece,  sono grandi e vuoi eliminare solo alcune macchie senza smontare la tenda, puoi aiutarti con un manico ed una spazzola ed agire solo sull’area interessata strofinando fino all’eliminazione definitiva della macchia. A prescindere dalle dimensioni, non utilizzare prodotti aggressivi, ma prediligi detergenti delicati e capaci anche di igienizzare la superficie, come acqua e bicarbonato o sapone di Marsiglia.

Se, invece, hai delle tende in pvc, plastica o fibra sintetica, elimina i primi residui di sporco con una spazzola morbida e successivamente completa la pulizia con un panno umido, immerso in una soluzione d’ acqua unita al detersivo per i piatti.

 PULIZIA DELLA RINGHERA

Se il tuo spazio all’aperto è un balcone o una terrazza, non dimenticare un elemento importante che merita un’adeguata pulizia: la ringhiera. Serve a garantire sicurezza, ma svolge anche una funzione estetica ed è importante pulirla costantemente, in quanto si presta ad accumulare sporco e ragnatele.

Se hai una ringhiera in ferro, utilizza prima un panno che catturi la polvere e poi puliscila con uno umido. Se è particolarmente sporca, aggiungi un po’ di aceto.

Per ringhiere in alluminio è sufficiente utilizzare un po’ d’acqua e del sapone di Marsiglia, mentre per pulire balaustre in cemento occorrerà una spazzola con acqua e bicarbonato, ma soprattutto tanto olio di gomito.

La ringhiera in legno richiede maggiore attenzione e, soprattutto, l’utilizzo di prodotti specifici. Metti in conto anche una manutenzione straordinaria come la levigatura ed il trattamento delle imperfezioni causate dagli agenti atmosferici.

È TEMPO DI COGLIERE L’ATTIMO!

E se rilassarti è una tra le più belle cose che puoi regalarti, farlo in un ambiente ben tenuto lo è ancora di più.  Allora non perdere altro tempo, scegli il giorno migliore per iniziare la pulizia e divertiti, insieme alla tua famiglia, a rivitalizzare le superfici e gli arredi esterni della  tua casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *