Cucina

Barbecue a Carbone o a Gas? Scopri quale scegliere

La bella e calda stagione sta arrivando e non c’è niente di meglio, nel tempo libero, che preparare una piacevole grigliata.

Se ti stai approcciando solo ora al mondo del barbecue, o semplicemente quello vecchio è ormai usurato e devi sostituirlo, ti starai domandando se sia meglio acquistare il tradizionale modello a carbone o l’innovativo a gas.

Esistono differenti linee di pensiero a riguardo e, anche se questo è un dibattito “bollente” quanto la fiamma che li alimenta, non necessariamente una tipologia è migliore dell’altra, dal momento che entrambe mostrano vantaggi e svantaggi.

Il nostro articolo ti guiderà alla scoperta delle funzionalità essenziali e, in una vera e propria sfida di pro e contro fra i due tipi di barbecue, ti aiuterà a decidere quale tipo di cottura è più adatta alle tue esigenze.

ACCENSIONE E TEMPERATURA

Una volta che hai preparato il cibo e sei pronto a grigliare, accendere il barbecue è il tuo prossimo step. Tuttavia, la velocità con cui ciò avviene varia tra i modelli. Quelli a gas sono indiscutibilmente più veloci  rispetto all’alternativa alimentata a carbone. Avviarli è semplice, per lo più devi ruotare una manopola e premere un pulsante. In questo modo il tuo grill a gas in pochi minuti raggiungerà la corretta temperatura e dopo un rapido preriscaldamento, sarai pronto per grigliare invece di dover aspettare i tempi della brace. Accendere quello a carbone, infatti, di solito è più complicato. Il tempo necessario dipende in larga misura dalla qualità del “carburante” e del barbecue stesso; in media impiega circa 15-20 minuti per raggiungere la giusta temperatura di cottura (escluso il tempo necessario per accendere la carbonella).

Non c’è dubbio! Il gas vince sul carbone: è molto più veloce e pratico.

GUSTO

Se sei un amante delle affumicature particolari, non c’è tanto da pensarci su: quello più adatto alle tue esigenze è il barbecue a carbone. Grazie alle alte temperature che può raggiungere, ti regalerà carni tenere, succose e dall’aroma inconfondibile, un gusto autentico ed un sapore affumicato, oltre che grigliato. Devi sapere però, che esistono in commercio  barbecue a gas di ultima generazione, che hanno un costo più elevato, ma che consentono di aromatizzare i cibi sulla griglia grazie alla presenza di “barre aromatizzanti” poste sui bruciatori. Tali barre vaporizzano i liquidi di cottura restituendo al cibo aroma e gusto.

A vincere è il barbecue a carbone: gusto decisamente più autentico.

 FACILITÀ D’USO

Un’altra cosa che devi considerare al momento dell’acquisto, è come prevedi di grigliare. Se vuoi tornare a casa dal lavoro e gettare un paio di bistecche o di fettine di pollo sulla griglia senza problemi, allora il modello a  gas potrebbe essere quello che stai cercando. Si riscalda molto più velocemente e lo puoi usare come un normale apparecchio da cucina. Se, invece, preferisci rilassarti durante il fine settimana, bere qualcosa o socializzare mentre metti a punto il tuo fuoco e arrostisci senza fretta, il carbone ti dà molto di più con cui lavorare.

Se è vero che le cose facili sono le più apprezzate, qui a vincere è il modello a gas.

 TEMPO DI MONTAGGIO E PORTABILITÀ

Arrivato a questo punto devi dare uno sguardo anche alla praticità e alla portabilità dei diversi modelli.  A differenza del barbecue a carbone che può essere montato in un batter d’occhio, i modelli a gas possono essere un po’ più complicati da assemblare e da collegare ad una bombola e, nonostante siano in commercio anche modelli “da viaggio”, è molto difficile e pericoloso trainarli in giro per il parco o la spiaggia.

Su questo fronte, il barbecue a carbone vince ad occhi chiusi superando quello a gas e tagliando per primo il traguardo della praticità.

PULIZIA

Dato che c’è sempre una nuova grigliata da preparare, devi sapere quale, fra carbone e gas, puoi pulire rapidamente. Il barbecue a gas ha il vantaggio di essere semplice da lavare, consentendone un utilizzo più frequente. I modelli a carbone tendono, invece, a sporcare di più e, a differenza di quelli a gas, richiedono anche lo svuotamento delle ceneri.

Se sporcare poco è una filosofia di vita, allora a vincere è il modello a gas.

SPAZIO E SICUREZZA

Per decidere la tipologia di barbecue giusto per te, devi considerare anche dove verrà posizionato. Un piccolo patio o un’area coperta non sono il posto adatto per un grande barbecue a carbone, a causa del fumo pesante durante l’avvio e delle possibili fiammate durante la cottura. Sebbene ci siano precauzioni di sicurezza da seguire con qualsiasi modello, devi stare molto attento anche quando cucini con uno a gas e, assicurati sempre che la tua bombola sia collegata correttamente senza perdite.

Qui, invece, a vincere è il senso di responsabilità.

PREZZO

Infine, c’è la questione dei costi. La spesa iniziale per i barbecue a gas è notevolmente superiore a quella per i modelli a carbone. Tuttavia, il prezzo del gas è inferiore rispetto a quello della carbonella, che a lungo andare può diventare una spesa elevata. Quindi, se intendi usare il barbecue frequentemente, quella del combustibile è una spesa che dovrai sicuramente valutare.

Nel lungo periodo, il barbecue a gas si può rivelare la scelta più conveniente.

Decretare il vincitore è davvero complicato perché il modello a gas offre comodità e controllo, due parole che da sole, per molti, possono compensare la maggior spesa. Quello a carbone, invece, rapisce il cuore di chi non sa rinunciare al gusto intenso ed affumicato.

Ora che hai scoperto i pro e i contro dei diversi modelli, prenditi del tempo per capire se fai parte del team Gas o Carbone e corri subito ad acquistare il barbecue adatto a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *