Fai da te

PERSIANE SEMPRE COME NUOVE!

Che siano in legno, alluminio, pvc o ferro, le persiane conferiscono un valore aggiunto all’estetica della tua casa.

Come la glassa decorativa su una deliziosa torta, danno quel tocco finale ad ogni edificio e, non solo armonizzano, ma forniscono anche enormi vantaggi in termini di protezione. Riparano le finestre dal freddo invernale e  dal calore eccessivo dei mesi estivi, isolano dall’esterno allontanando rumori fastidiosi e fungono anche da deterrente per i tentativi di effrazione. Se vuoi mantenere la loro integrità estetica, come ogni altra cosa, hanno bisogno di una corretta manutenzione.

Per esserti d’aiuto, abbiamo raccolto semplici ed utili suggerimenti su come prendertene cura.

LIBERATI DELLA POLVERE

Se abiti in città o in campagna, devi mettere in conto tutti i depositi di smog o di sporco che finiscono per accumularsi nelle fessure esterne delle persiane. Senza dimenticare la polvere, uno dei nemici più insidiosi. Spolverarle regolarmente non deve necessariamente far parte della routine quotidiana, ma conviene farlo una volta a settimana per evitare che l’accumulo diventi eccessivo. Elimina la polvere con un panno morbido che passerai sia all’interno che all’esterno della persiana, concentrandoti specialmente sulle fessure. Se riscontri depositi di polvere incrostati e resistenti, inumidisci il panno con acqua calda e del detergente sgrassante.

PULISCI LO SPORCO

Per mantenere a lungo le persiane sempre funzionanti ed in ottimo stato, devi eseguire una pulizia più approfondita una volta ogni 30 giorni, ma questo dipende anche dalla zona in cui abiti e da quanto velocemente si accumulano sporco e detriti.

Consiglio furbo: Prima di iniziare la detersione, semplificati il lavoro mettendo dei fogli di carta o di giornale sotto le persiane. Questo accorgimento eviterà che lo sporco cada a terra costringendoti a  pulire il pavimento.

Ricordati che ogni materiale richiede un preciso procedimento di detersione e le operazioni, infatti, cambiano a seconda che le persiane siano in legno, in PVC, in alluminio o in ferro.

Se hai delle persiane in alluminio, prendi una spugna poco abrasiva ed immergila in una soluzione d’acqua calda, detersivo ed un po’ di aceto. Passala con molta attenzione tra le fessure, gli angoli e le guarnizioni. Successivamente asciuga con un panno in microfibra, ma se vuoi evitare di lasciare aloni, utilizza dei fogli di giornale.

Se hai delle persiane in legno, saprai già che richiedono una manutenzione più accurata rispetto alle altre. Procurati un pennello con setole morbide e con manico lungo, così da farlo passare tra le fessure ed eliminare ogni residuo di polvere. Evita di utilizzare spazzole perché potrebbero  danneggiare il legno. Dopo aver rimosso la polvere, utilizza sulla superficie un prodotto apposito per la detersionemanutenzione del legno, diluito o puro e privo di ammoniaca, alcool o candeggina, che passerai in modo omogeneo con un panno in microfibra asciutto.

Se hai persiane in PVC, la loro pulizia richiederà meno sforzi poiché si tratta di un materiale pensato per resistere più a lungo rispetto agli altri. Non ha il pregio e l’eleganza del legno, ma è la soluzione più conveniente se la tua abitazione è in centro, in “pieno smog”. Per pulire il PVC basta dell’acqua calda unita a del sapone neutro o un prodotto sgrassante adeguato al materiale. Puoi utilizzare anche il vapore che si dimostra una soluzione ottimale, ma abbi cura di rimuovere con un panno di cotone l’acqua sporca che si formerà.

Infine, se le tue persiane sono in ferro, dovrai prendertene cura con molta attenzione perché possono essere insidiose, soprattutto se abiti in una zona di mare o, comunque, con un alto grado di umidità.

Se il ferro è zincato usa una pasta composta da bicarbonato di sodio e limone, lasciala agire per qualche minuto e poi passa su tutta la superficie un panno in pelle. Una volta rimossa la pasta, risciacqua con acqua fredda e lucida le tue persiane con la cera d’api.

Se il materiale con cui sono realizzate è ferro non zincato, ti occorre utilizzare una spazzola a setole morbide, che avrai precedentemente immerso in un secchio di acqua tiepida e detergente sgrassante. Termina la pulizia asciugando con un panno in pelle o in microfibra.

NON DIMENTICARE LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Tieni a mente che le persiane in legno non richiedono solo una tempestiva pulizia, ma anche una manutenzione annuale. Per capire quando è arrivato il momento di rinfrescarle, controlla regolarmente le condizioni in cui sono. Se i colori si sono sbiaditi, hanno perso tono o sono presenti delle crepe sulla superficie, allora sei di fronte ai primi segni di invecchiamento e devi correre ai ripari. Inizia procurandoti i dispositivi di sicurezza adeguati: guanti, mascherina e occhiali di protezione.  Procedi in base all’estensione o la gravità dell’abrasione e, se contenuta, fai una sverniciatura/riverniciatura solo nella zona interessata. Se, invece, il danno è più esteso, lavora arrivando al legno grezzo che costituisce il cuore dell’infisso. La sverniciatura è un’operazione molto importante che influisce sul risultato finale del tuo lavoro e, per questo, ti conviene farla accuratamente e con calma. Puoi procedere attraverso tre metodi differenti. Il primo ed il meno invasivo, è la carteggiatura con la carta vetrata. Utilizza prima una tipologia di carta a grana grossa e successivamente procedi con una più sottile per rifinire con precisione, fino a quando lo strato di pittura sarà andato via completamente. Il secondo metodo prevede l’utilizzo di una levigatrice orbitale. Inizia mettendo la carta abrasiva sulla levigatrice e rimuovi la vernice partendo dalla cornice. Terminata questa sezione, passa alla sverniciatura delle alette utilizzando la stessa levigatrice, ma con la piastra per persiane. Per ottenere un buon risultato senza troppa fatica, puoi utilizzare uno sverniciatore chimico. In tal caso, ricordati di operare all’esterno, possibilmente all’ombra, così da evitare di seccare il prodotto e di ridurne l’efficacia. Una volta sverniciata completamente la persiana, è il momento di utilizzare l’impregnante. Si tratta di un passaggio fondamentale, in quanto l’impregnante svolge la funzione importantissima di protezione contro parassiti, funghi e muffe che potrebbero andare ad intaccare la qualità e la durata del legno. Dovrai distribuire l’impregnante con un pennello, intervallando le passate di prodotto con un giorno di riposo. Il passo successivo è la verniciatura, che va eseguita in maniera analoga alla fase dell’impregnatura. Infine, come per la pulizia, puoi usare oli o cere trasparenti, che garantiranno alle persiane un aspetto ancora più piacevole.

Come le persiane in legno, anche quelle in ferro richiedono una manutenzione straordinaria, una volta all’anno. Anche in questo caso, inizia carteggiando tutta la parte metallica, le fessure e le ammaccature. Successivamente, applica un primer adeguato al materiale sul quale stai lavorando,  lascialo asciugare il tempo necessario e termina con una passata di vernice.

Leggendo questo articolo hai scoperto che, se non ti prendi cura delle tue persiane, non riuscirai a mantenerle in ottimo stato e sempre funzionanti. Adesso che sai qual è la giusta manutenzione, non perdere altro tempo, corri a procurarti il necessario e inizia la pulizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *