Fai da te

FAI DA TE, ma in sicurezza!

Mai come quest’anno, l’emergenza sanitaria, il distanziamento sociale e l’inevitabile aumento della crisi economica, hanno trasformato la casa in un teatro di grandi pulizie che ha fatto da palcoscenico a progetti (grandi e piccoli) di ristrutturazione degli interni e manutenzione del giardino. Al fine di risparmiare denaro, sempre più persone tentano di affrontare autonomamente progetti domestici, ma è fondamentale che la sicurezza sia una priorità assoluta in qualsiasi sforzo di miglioramento della casa.

Esperti o dilettanti, seguire un rigoroso protocollo di sicurezza è un must prima di accendere i nostri utensili elettrici o salire su scale e trabattelli, così come è importante ricordare che gli esempi di ristrutturazione visti in TV potrebbero non essere tanto facili come sembrano.

Alcune attività di miglioramento domestico possono effettivamente essere pericolose se dimentichiamo una regola fondamentale: lavorare in sicurezza!

Ecco alcuni suggerimenti chiave da tenere a mente mentre lavoriamo ai nostri progetti:

AMBIENTE DI LAVORO

Assicuriamoci di essere consapevoli di ciò che ci circonda, soprattutto quando lavoriamo con gli altri, per evitare infortuni o incidenti imprevisti e prestiamo attenzione a chi sta entrando nell’area di lavoro, agli utensili elettrici vicini o anche agli spigoli vivi.  È necessario essere prudenti tenendo bambini ed animali domestici fuori dalla zona di lavoro e non sottovalutare l’illuminazione dell’ambiente perché un’area ben visibile influisce sulla facilità di realizzazione del progetto. La pulizia degli spazi è necessaria in quanto spazzare o aspirare eventuali detriti aiuta a non inciampare o scivolare sui materiali.

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

Quando svolgiamo lavori manuali in casa, l’approccio mentale fa la differenza perché ci aiuta a non sottovalutare i pericoli e ci predispone ad adottare accorgimenti adeguati alla situazione. Se manca questo tipo di approccio, nessun dispositivo può aiutarci ad evitare rischi ed incidenti.

USIAMO MASCHERE

Alcune tipologie di lavori causano la formazione di polvere – ad esempio una banale levigazione del legno – o richiedono l’utilizzo di sostanze che possono rivelarsi pericolose – come un lavoro che prevede l’uso di pittura in bombolette spray. In tali casi, è indispensabile ricorrere all’impiego di adeguate maschere per proteggere le vie respiratorie. In commercio ne esistono di tanti tipi, monouso o riutilizzabili, con o senza filtro. In generale, è bene valutare attentamente i rischi in base al progetto, per poi individuare la maschera più adatta.

USIAMO OCCHIALI PROTETTIVI

Qualsiasi lavoro può nascondere insidie per i nostri occhi, per questo è quasi sempre opportuno utilizzare delle adeguate protezioni. Gli occhiali antinfortunistici, infatti, offrono una protezione ideale da danni meccanici provocati dalle polveri e dai trucioli, danni termici, danni chimici ed anche danni ottici causati da UV o infrarossi. Saldatura, molatura, tranciatura, lavorazioni di pietre, lavori che producono trucioli o frantumazione di schegge, manipolazione di prodotti acidi e corrosivi, sono tutti lavori che richiederebbero l’utilizzo di occhiali.

Ne esistono di infiniti modelli: antigraffio, antiappannamento, anti-impatto, regolabili, con o senza trattamento anti-UV.  Scegliamoli in base alle varie esigenze ed all’ambiente in cui andranno utilizzati.

INDOSSIAMO I GUANTI

Per gli stessi motivi che ci portano a proteggere i nostri occhi, è necessario indossare guanti da lavoro anche se non vediamo alcun pericolo evidente. Esistono tantissimi tipi di guanti, classificati in base al livello di protezione e di efficacia. Ad esempio, i classici guanti usa e getta ad uso domestico in lattice appartengono alla I categoria, quella che include i guanti che tutelano contro i rischi minori. Nella II categoria troviamo i guanti che difendono contro i rischi meccanici, i rischi termici ed il freddo. Infine, nella III categoria sono inclusi i guanti che offrono la più alta protezione.

Per lavori di bricolage e giardinaggio possono essere sufficienti dei guanti multiuso e a media protezione.

INDOSSIAMO SCARPE DA LAVORO

Le scarpe antifortunistiche devono essere considerate una scelta non negoziabile ma obbligatoria se lavoriamo intorno a costruzioni o macchinari professionali. Per lavori di bricolage leggero scegliamo scarpe rinforzate e resistenti, utili a prevenire gli infortuni dovuti ad ustioni, punture o schiacciamento ed adatte ad evitare di farci scivolare sui materiali che stiamo adoperando. Il comfort non è da sottovalutare, soprattutto se le utilizziamo per tante ore. Infine, per tali dispositivi possiamo anche non tralasciare l’estetica, considerato che oggi vengono realizzate linee di calzature antifortunistiche che non guardano solo alla sicurezza, ma seguono anche la moda.

USIAMO I TAPPI PER LE ORECCHIE

Lavori quali saldatura, taglio e macinazione possono raggiungere facilmente livelli di rumore molto alti. Per evitare danni temporanei o permanenti al nostro udito, può essere sufficiente l’utilizzo di semplici e molto economici tappi.

IN CASO DI EMERGENZA

Teniamo sempre a portata di mano un kit di pronto soccorso ben rifornito così da affrontare prontamente eventuali piccole ferite.

Anche se suona un po’ un cliché, la sicurezza dovrebbe sempre essere una priorità assoluta. Nessun lavoro o progetto di bricolage è più importante della nostra salute.

Anche se questa attrezzatura ha un costo, vale la pena di sostenerlo perché il pericolo è sempre dietro l’angolo ma grazie a pochi e semplici accorgimenti, affronteremo i progetti di miglioramento della nostra casa in massima tranquillità e sicurezza.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *